Dinosauri, film e videogames un connubio perfetto

Mi sono sempre piaciuti i dinosauri.

Tra il 94 e inizi anni 2000, ho avuto modo di vedere i primi due Jurassic Park. Sicuramente non sono quei film che un critico definirebbe capolavori, tuttavia rientrano tra i miei film preferiti. Non guardo molta televisione visto che non trovo nulla di interessante in tv, ma ogni tanto Italia uno, trasmette l’intera trilogia di JP facendomi tornare ragazzino. Per la cronaca, credo che il terzo capitolo avrebbero potuto evitarlo, ma quando sei un fan ti fai andare bene (quasi) tutto. Il primo film invece non credo abbia molte sbavature, la scena in cui Il professor Grant e la sua fidanzata, vedono per la prima volta gli erbivori mentre mangiano, è da pelle d’oca. E come faccio a non citare la scena in cui si avvicina il T-Rex facendo tremare l’acqua nei bicchieri? Anche se da quel momento guardai i bicchieri pieni d’acqua con molta più attenzione, tenendomi sempre pronto a scappare da un momento all’altro.

Dinosauri Jurassic Park
Immagine da JURASSIC PARK, 1993. ©Universal

A far aumentare il mio amore verso i dinosauri, furono sicuramente i videogiochi.

Visto che scelsi il Nintendo 64 invece della Playstation (come ho detto qui) ebbi la fortuna di giocare a Turok: Dinosaur Hunter. Sparatutto in prima persona, dove un nativo americano torna indietro nel tempo per uccidere uno stregone che vuol far tornare i dinosauri nella nostra epoca. Per tutto il gioco si troveranno una vasta quantità di armi, e nemici da sconfiggere, anche dinosauri corazzati. Ricordo perfettamente le batterie consumate con il Gamegear (una consolle portatile) con il gioco ufficiale di JP, ma anche di un gioco da tavolo interattivo, dove bisognava inserire un VHS e stare ai tempi del “conduttore televisivo”. Non mi dimentico di Dino Crisis, come potrei, ma vorrei fermarmi un attimo sul gioco che mi ha regalato più emozioni. Con mio padre andammo in una sala giochi, ai tempi non cosi rare, e appena entrato mi accorsi di un nuovo cabinato.  Si trattava di uno sparatutto in prima persona su binari (oh, il genere si chiama così) basato su JP “The Lost World” il secondo film della saga. Quel giorno mio padre spese una barca di soldi per farmi contento e farmi finire il gioco, e giuro che se mai avrò un migliaio di euro da buttare, lo comprerò e lo metterò in salotto.

Dinosauri The lost World
Non ce la faccio, troppi ricordi!! (cit.)

Poi la Capcom creò Dino Crisis.

Per i fan del survival horror e dinosauri, non si poteva volere di più. Infatti ebbe un successo clamoroso, tanto è che sono stati richiesti a gran voce dei seguiti, che sono stati realizzati, anche se non all’altezza del primo. Nonostante il secondo capitolo molto più action, non mi sia per niente dispiaciuto. Dino Crisis 1 però e stato definito da molti come: “Jurassic Park incontra Resident Evil” (altro gioco horror). Dinosauri che saltavano dalle finestre, sangue ovunque, misteri da risolvere divenne da subito un gioco cult, prima in Giappone e poi nel resto del mondo.

Dinosauri e Dino Crisis

Quando di recente ho visto Jurassic World, ho avuto i brividi.

Si, perchè essendo un fan mi è bastato quello che ho visto, di certo non ne sentivo il bisogno, ma in alcune scene ho pensato WOW. Tipo quando i due ragazzini, danno uno sguardo su tutto il parco, e si vede finalmente il sogno di John Hammond realizzato (anche se non per molto). Il film se non fosse stato per alcune scene forzate e fuori luogo, vedi zia dei ragazzi che corre per tutto il film con i tacchi, l’addestratore dei Velociraptor e il voler creare i dinosauri per scopi militari, sarebbe stato molto più gradevole. Ormai è da troppo tempo che non vedo nulla di interessante su questi animali estinti ormai da troppo tempo. Di recente avevo iniziato a guardare Terranova, ma non prendendomi più di tanto e vedendo che era stata abbandonata sin dalla prima stagione, ho deciso di non continuare la visione. Mi rendo perfettamente conto che inserire questi rettili in un film o serie tv, non sia affatto semplice. Mi sembra anche ci sia un videogioco di nome ARK, che avrei voluto provare ma, se non ricordo male più di un amico fidato me lo ha sconsigliato.

Un gioco per cui ho perso la testa è Monster Hunter (ne parlerò spesso).

Certo non si può dire che abbia molto a che fare con questo post e con i dinosauri, ma il look di alcuni nemici è indubbiamente ispirato ai lontani dominatori della Terra. Cacciare mostri che ricordano il T-Rex, velociraptor o triceratopo è dannatamente divertente, anche se molto frustrante data la natura hardcore del titolo.

Dinosauri Deviljho Monster Hunter
Il deviljho è chiaramente ispirato al T-Rex

 

Non so perchè mi piacciano cosi tanto, forse mi ricordano la mia adolescenza o semplicemente mi piacciono e basta, fatto sta che ogni volta che guardo film o serie tv, leggo fumetti o gioco a qualche videogames con i dinosauri, vado a letto contento.

Con un bicchiere d’acqua sul comodino.

2 Comments Add yours

  1. Vaz ha detto:

    Ciao Mimmo…..bel sito…..keep doing…..keep writing……da qualche parte ho letto che il segreto per il successo di una pagina web/blog sta nel postare sempre con cadenza sistemica articoli nuovi… in order to get the customer attention always on an high level!
    In azienda da me sono quasi tutti ingegneri ( Nerd per definizione ) quindi amanti di tutto quello che c’è in questo sito….perciò ti farò pubblicità a manetta.
    Ps: rispondi sempre a tutti quelli che ti scrivono….diventeranno regular visitors

    Un Abbraccio al mio più più caro mio migliore amico

    Vazzy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *