Le migliori colonne sonore nei videogames

Un videogames bello deve avere per forza una colonna sonora che rimanga nel cuore .

È quasi una simbiosi, ci sono scene, scontri e boss finali che ricordo quasi esclusivamente per le musiche con cui erano accompagnate. Alcuni hanno catturato particolarmente la mia attenzione, e cercherò di dividerli per genere, anche se non è una cosa così semplice.

Hotline Miami 1/ Elettronica

Quando ho provato Hotline Miami sono andato fuori di testa. Il videogames  era qualcosa di mai visto prima (per me), impegnativo e gratificante. Ma aldilà del gameplay e di tutto quello citato sopra, una cosa è stata subito evidente. La colonna sonora di questo gioco è l’esempio perfetto di quello che cercavo di spiegare prima. Il ritmo del gioco è altissimo, se muori ricominci immediatamente senza pause. Le musiche elettroniche che accompagnano tutte le sequenze non si fermano mai, sembra quasi che ti diano il tempo di gioco.

Ad oggi per me, rimane una delle accoppiate più belle di sempre.  

The last of Us / Country

Presentato praticamente dal nulla (a parte qualche easter egg in Uncharted 3) questo gioco è stato acclamato da tutti come uno dei migliori di sempre. Anche io ho trovato il gioco estremamente affascinante e nostalgico. Ma le musiche, come direbbe l’idraulico baffuto “mamma mia”. Il compositore dell’ost è Gustavo Santaolalla, e magari a qualcuno potrebbe dire qualcosa, dato che ha vinto anche due oscar come miglior colonna sonora creata per Babel e I segreti di Brokeback Mountain.

Il suono emesso dalle corde della sua chitarra, mischiate alle magnifiche scene del gioco sono magnetiche.

 

God of War / Lirica

Il dio della guerra per chi gioca ai videogames non è, e non sarà mai più Ares. Adesso è Kratos! Punto. Il gioco ormai uscito per PS2 ha creato un vero e proprio fenomeno videoludico. Ma oltre al sangue, violenza e scontri titanici (in tutti i sensi) la musica lirica alzava nettamente la qualità del prodotto, rendendo il tutto ancora più adrenalinico.

Kratos aggrappato al titano Gaia, che scala l’olimpo per sfidare gli dei, rimarrà per sempre nella mia mente!

Child of light / Strumental

Passato forse un po’ in sordina, Child of Light è una meraviglia per gli occhi e per le orecchie. Il
Gioco ha lo stampo dei classici gdr giapponesi. Combattimenti a turni con qualche aggiunta, per rendere un po’ più dinamica l’azione. Quasi tutti i personaggi parlano in rima baciata, e le musiche sono struggenti e commoventi.

Lo stile grafico ad acquarello è perfetto, sembra di guardare una fiaba classica che prende vita.

Sicuramente ho lasciato da parte moltissime colonne sonore, ma come ho detto prima, queste sono quelle che per me avranno un posto speciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *